Ristori bis – Esonero seconda rata Imu

Il DL Ristori bis aggiorna l’ elenco dei titolari di immobili esonerati dal pagamento della seconda rata dell’ imposta municipale del 2020

Abolito il pagamento della seconda rata dell’Imu 2020 relativa agli immobili (e relative pertinenze) ubicati nei comuni delle aree caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto (“zone rosse”), nei quali vengono esercitate attività individuate dai codici inclusi nell’allegato 2. L’agevolazione spetta a condizione che il proprietario dell’immobile sia anche gestore dell’attività che vi viene esercitata.

L’art. 5 del nuovo decreto legge, ferme restando le agevolazioni già concesse con i decreti precedentemente emanati, aggiunge altre categorie di attività indicate nella tabella Ateco, ma questa volta l’ ambito di applicazione dell’ agevolazione è circoscritta alle regioni ubicate nella zona rossa ossia, come recita il Dpcm 3 del novembre, «le aree del territorio nazionale, caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto».

Presupposto essenziale è che vi sia una coincidenza tra soggetto gestore e proprietario. Il titolare dell’ immobile, soggetto passivo Imu, è tutelato solo nel caso in cui lo stesso gestisca direttamente l’ attività che ha diritto a fruire del trattamento agevolato.