Le erogazioni liberali dell’Ente bilaterale al dipendente costituiscono reddito

Con risposta ad Istanza di interpello n. 492/2021, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che anche le somme erogate dall’Ente bilaterale a titolo di liberalità a lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali per situazioni ed eventi eccezionali, quale la pandemia da Covid-19, costituiscono comunque reddito assoggettabile ad imposta poiché normativamente non sono stati esentati, come invece avvenuto per i soggetti esercenti attività di impresa, arte o professione, nonché ai lavoratori autonomi, in base all’espressa previsione dell’art. 10 – bis del DL Ristori.