INPS, Conguaglio previdenziale 2020 – Circolare n. 155/2020

Con circolare n. 155 del 23/12/2020, l’Istituto riepiloga, come ogni anno, le situazioni particolari cui porre attenzione nell’effettuare il conguaglio contributivo di fine anno.

Rispetto lo scorso anno, al netto dell’innalzamento del massimale L. 335/1995 e del tetto per l’applicazione del contributo aggiuntivo IVS, si evidenziano le seguenti novità:

  1. l’innalzamento del limite di esenzione del valore di beni ceduti e servizi prestati a favore di dipendenti ad opera del D.L. n. 104/2020, da € 258,23 a € 516,46.
  2. L’assoggettamento a contribuzione (e tassazione fiscale) delle auto aziendali ad uso promiscuo, assumendo come base un valore determinato in via convenzionale secondo i seguenti nuovi criteri:
  • Con riferimento ai contratti stipulati entro il 30 giugno 2020, ai fini della quantificazione forfettaria del valore economico dell’utilizzo in forma privata del veicolo (autovettura, motociclo, ciclomotore) di proprietà del datore di lavoro (o committente) e assegnata in uso promiscuo al lavoratore, si applica la percentuale del 30% dell’importo corrispondente a una percorrenza convenzionale di 15.000 chilometri, calcolato sulla base del costo chilometrico di esercizio indicato nelle apposite tabelle dell’ACI.
  • A decorrere dal 1° luglio 2020, a seguito delle modifiche introdotte dalla legge di bilancio 2020, il valore forfettario viene determinato in base ai valori di emissione di anidride carbonica e, all’aumentare di questi, aumenta il reddito figurativo. In particolare, il novellato testo dell’articolo 51, comma 4, lett. a), del TUIR prevede che ai  fini della determinazione del valore economico dell’utilizzo degli autoveicoli, dei motocicli e dei ciclomotori di nuova immatricolazione con valori di emissione di anidride carbonica non superiori a 60 g/Km, concessi in uso promiscuo ai dipendenti con contratti stipulati a decorrere dal 1° luglio 2020, si applica la  percentuale del 25% dell’importo corrispondente alla percorrenza convenzionale di 15.000 chilometri calcolato sulla base delle tabelle dell’ACI.
  • Per gli altri veicoli, la predetta percentuale è pari al 30% in caso di emissioni di anidride carbonica superiori a 60 g/Km ma non a 160 g/Km.
  • Per l’anno 2020, la percentuale è elevata al 40% in caso di emissioni superiori a 160 g/Km, ma non a 190 g/Km e al 50% per i veicoli con valori di emissioni superiori a 190 g/Km.

https://servizi2.inps.it/Servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualUrl=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20155%20del%2023-12-2020.htm