INPS, Circolare n. 110 del 29/09/2020 – Confermata per il 2020 la riduzione contributiva in edilizia

A seguito della conferma della misura dell’11,50% della riduzione contributiva nel comparto edile, introdotta dal D.L. n. 244/1995, ad opera del decreto del Ministero del Lavoro, di concerto col Ministero dell’Economia, l’INPS fornisce le istruzione per la relativa fruizione e per il recupero del pregresso.

Rimangono inalterati l’ambito di applicazione (contribuzione diversa da IVS e solo per i lavoratori a 40 h settimanali, no part-time) e l’esclusione dall’agevolazione, della contribuzione dello 0,30% destinata al finanziamento dei fondi interprofessionali.

La riduzione contributiva non spetta per i lavoratori part-time e per quei lavoratori per i quali sono previste specifiche agevolazioni contributive ad altro titolo (ad esempio, l’esonero strutturale per le assunzioni a tempo indeterminato previsto dalla legge n. 205/2017 o l’incentivo “IO Lavoro” per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel corso dell’anno 2020, disciplinato dal decreto direttoriale dell’ANPAL n. 52/2020).

Vengono confermati i codici Uniemens per fruire dello sgravio, previa presentazione di istanza telematica con relativa attribuzione del codice autorizzazione 7N (L206 sgravio corrente ed L207 sgravio arretrato).

Per i lavoratori non più in forza, occorrerà valorizzare l’elemento <TipoLavStat> con il codice NFOR.

Il recupero del beneficio pregresso, da gennaio ad agosto, può avvenire solo nelle denunce Uniemens da settembre a dicembre 2020.

Il beneficio potrà essere fruito avvalendosi delle denunce contributive Uniemens fino al mese di competenza dicembre 2020.

I datori di lavoro potranno inviare le domande per l’applicazione della riduzione contributiva, relativa al 2020, fino al 15 gennaio 2020.

https://servizi2.inps.it/Servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualUrl=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20110%20del%2029-09-2020.htm