In arrivo la proroga per i versamenti di giugno

E’ in corso di emanazione il DPCM che prevede la proroga del termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfetario. Lo chiarisce il Ministero dell’Economia e delle Finanze con un comunicato stampa del 22 giugno 2020.Il DPCM verrà emanato per tener conto dell’impatto dell’emergenza COVID-19 sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e quindi sull’operatività dei loro intermediari.

Come scritto nel comunicato, la proroga interessa il termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfetario.

In attesa di conoscere il testo ufficiale del DPCM, per l’individuazione dei soggetti interessati si dovrebbero applicare le stesse regole dello scorso anno quando ci fu la proroga a settembre a causa delle difficoltà di applicazione degli ISA.

Non viene detto nulla a proposito delle imposte sostitutive e dell’IRAP. Si presume comunque che, come verificatosi negli anni passati, dovrebbero rientrare nella proroga anche le imposte sostitutive e l’IRAP, tenendo conto che, per quest’ultima imposta, è già previsto l’abbuono del versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020, per i soggetti con ricavi/compensi non superiori a 250 milioni di euro.

Scarica allegato