Gestione Ordini NSO

Il D.M. del 7 Dicembre 2018 ha introdotto l’obbligo, per tutti i fornitori e intermediari che operano con le Asl e le strutture sanitarie in genere, di dotarsi di strumenti in grado di generare e ricevere gli ordini in formato digitale.

Il D.M. del 27 Dicembre 2019 ha successivamente definito che:

  • a partire dal 01/02/2020 l’obbligo riguarda esclusivamente l’acquisto di beni
  • a partire dal 01/01/2021 l’obbligo sarà esteso anche all’acquisto di servizi.

Che cos’è NSO?

Il Nodo di Smistamento Ordini  (NSO) è il sistema tramite il quale viene gestito lo scambio di documenti elettronici che attestano l’ordinazione degli acquisti di beni e di servizi tra le aziende pubbliche del Servizio Sanitario Nazionale e le aziende loro fornitrici. NSO non si occupa soltanto di veicolare i documenti poiché in realtà verifica anche che tali documenti siano corretti in ogni loro dettaglio.

Quali tipologie di Ordini elettronici sono gestire da NSO?

Gli ordini gestiti dal Nodo Smistamento Ordini sono di tre diverse tipologie:

Ordinazione Semplice

  • l’ordine viene emesso dall’Ente Sanitario e inoltrato al NSO
  • il NSO valida l’ordine e lo consegna al Fornitore
  • non è previsto dal flusso un riscontro formale digitale
  • il Fornitore provvede all’evasione dell’ordine

Ordinazione Completa

  • l’ordine viene emesso dall’Ente Sanitario e inoltrato al NSO
  • il Fornitore può rispondere (per confermare la disponibilità o meno degli articoli, proporre variazioni, ecc.)
  • al termine dell’interazione, l’ultima versione dell’ordine viene finalizzata ed accettata
  • il Fornitore provvede all’evasione dell’ordine

Ordine Pre-Concordato

  • il Fornitore emette l’ordine in virtù di un accordo/contratto quadro o nei contesti in cui l’Ente Sanitario, ad esempio, non è in grado di formalizzare l’ordine o non conosce preventivamente i consumi di beni o servizi. Esempi :
  • consumi di energia o altro
  • materiale a consumo in conto deposito presso il cliente
  • ore di supporto fornite da cooperative
  • ecc.
  • Il Fornitore, previa o meno comunicazione informale, emette ed invia relativo Ordine al NSO
flusso

Cosa deve contenere la fattura elettronica generata da tali ordini?

Nelle fatture elettroniche emesse in relazione a tali ordini dovranno essere necessariamente presenti i seguenti tre elementi che costituiscono la «tripletta» di identificazione:

  • nel campo 2.1.2.2 <IdDocumento> della Fattura Elettronica va riportato l’identificativo del Documento Ordine («ID») a cui la fattura fa riferimento;
  • nel campo 2.1.2.3 <Data> della Fattura Elettronica va riportata la data di emissione del Documento Ordine («IssueDate»)
  • nel campo 2.1.2.5 <CodiceCommessaConvenzione> della Fattura Elettronica va riportato l’identificativo del soggetto che ha emesso il Documento Ordine («EndpointID») preceduto e seguito dal carattere #

La soluzione offerta da SeaSoft

SeaSoft propone una soluzione che consente di ricevere ed inviare gli ordini elettronici dal/al Nodo Smistamento Ordini, di generare gli ordini pre-concordati, di acquisire in maniera automatizzata gli ordini all’interno del gestionale in modo da poter effettuare la generazione dei documenti di consegna e l’emissione della fattura elettronica a norma.