Esonero contributivo filiera agricola 1 gennaio/ 30 giugno 2020 – Circolare INPS

Pubblicata la circolare INPS n. 57, e relativo allegato, con cui l’Istituto fornisce le istruzioni operative per la compilazione delle denunce contributive ai fini della fruizione dell’esonero contributivo per i datori di lavoro della filiera agricola, con attività rientrante in uno dei codici ATECO presenti nell’allegato 1 alla medesima circolare, per il periodo 1/1/2020 – 30/06/2020.

L’Istituto con i messaggi n. 3341 del 15 settembre 2020 e n. 4353 del 19 novembre 2020 ha fornito le prime indicazioni per la misura in esame, che sono ora aggiornate e integrate dai contenuti della nuova circolare.

La misura agevolativa per il comparto in argomento prevista inizialmente dal DL n. 34/2020, è stata successivamente modificata e integrata dal DL n. 104/2020 e relativa Legge di conversione.

L’esonero straordinario è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente, nei limiti della contribuzione previdenziale dovuta, e comporta l’esonero totale dal versamento della contribuzione a carico del datore di lavoro ed è applicabile nei limiti previsti dalla normativa in materia di aiuti di Stato.

Oggetto dell’esonero sono i contributi ai fini pensionistici a carico dei soli datori di lavoro con esclusione di:

  • Ritenute previdenziali e assistenziali a carico dei lavoratori;
  • Contributi e premi dovuti all’INAIL;
  • Contributo al Fondo tesoreria dell’INPS;
  • Contributi ai Fondi di solidarietà bilaterali e al Fondo di solidarietà della Provincia autonoma di Trento e Fondo di solidarietà della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige;
  • Contributo del 0,30% destinato al finanziamento dei Fondi interprofessionali per la formazione continua;
  • contribuzioni che non hanno natura previdenziale e quelle con scopi di di solidarietà alle Gestioni previdenziali di riferimento, per le quali si rinvia a quanto già previsto, da ultimo, dalla circolare n. 40/2018.

Per accedere al beneficio i datori di lavoro devono presentare apposita istanza, entro 30 giorni dalla pubblicazione della circolare in esame, utilizzando il modulo “Esonero Art.222 DL 34/2020” disponibile nel “Portale delle Agevolazioni” sul sito dell’INPS.

Le aziende che svolgono una delle attività individuate dai codici Ateco indicati negli allegati ai messaggi n. 3341/2020 e n. 4353/2020 o dai codici Ateco 11.02.10 e 11.02.20 e che, in attesa della pubblicazione dei decreti interministeriali e della presente circolare, hanno sospeso i versamenti della contribuzione relativa al primo semestre 2020, compresi quelli delle contribuzioni non incluse nell’agevolazione, saranno considerate in condizione di regolarità contributiva purché presentino istanza d’accesso entro i termini prescritti ed effettuino i versamenti, senza aggravio di somme accessorie, entro trenta giorni dalla pubblicazione della presente circolare qualora abbiano già raggiunto il massimale individuale con le agevolazioni concesse o richieste nell’ambito del “Quadro temporaneo”.

In caso di esito favorevole dell’istanza, la contribuzione riferita ai periodi retributivi dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020 già versata e oggetto di esonero potrà essere compensata con la contribuzione in futuro dovuta dal datore di lavoro

L’Istituto fornisce quindi le istruzioni operative per la compilazione delle denunce contributive.

https://servizi2.inps.it/Servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualUrl=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2057%20del%2012-04-2021.htm