Esonero contributivo art.3 DL n. 104/2020 – Iscritti a Fondi di solidarietà alternativi – Messaggio INPS

Col messaggio n. 1956 del 17/05/2021 l’Istituto affronta l’argomento dell’esonero contributivo alternativo ai trattamenti di integrazione salariale (CIGO, CIGD e AO) di cui all’art. 3 del DL n. 104/2020, con riferimento alla possibilità, per per i datori di lavoro rientranti nel campo di applicazione dei Fondi di solidarietà alternativi di cui al D.lgs n. 148/2015 (settori dell’Artigianato e della Somministrazione), che abbiano avuto accesso ai  trattamenti di integrazione salariale previsti dal DL n. 18/2020, e successive norme legate alla pandemia.

Poiché l’accesso a tali trattamenti non è subordinato alla presentazione di una preventiva domanda all’INPS né ad alcuna autorizzazione alla fruizione da parte dell’Istituto, ai fini della riconoscibilità o meno dell’esonero contributivo in parola, è necessario individuare la loro precisa decorrenza temporale rispetto alla successione di norme che hanno disciplinato le tutele per la pandemia da COVID-19.

Sull’argomento, a seguito di interlocuzioni tra Istituto e Ministero del Lavoro, è stato definito che possono accedere al suddetto esonero i datori di lavoro che abbiano fruito del numero di settimane compatibili con i limiti disposti dai decreti-legge n. 18/2020 e n. 34/2020 (9+9 settimane) prima del 15 agosto 2020 (data di entrata in vigore del decreto-legge n. 104/2020), per periodi collocati in data antecedente il 15 agosto e senza soluzione di continuità, a cavallo del 13 luglio 2020.

Con successivo messaggio l’INPS fornirà istruzioni operative per la fruizione dell’esonero in argomento.

https://servizi2.inps.it/Servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualUrl=%2FMessaggi%2FMessaggio%20numero%201956%20del%2017-05-2021.htm