Decontribuzione Sud imprese armatoriali – Messaggio INPS

Col Messaggio n. 3065 del 10/09/2021 l’INPS fornisce specifiche riguardo l’incumulabilità, per le imprese armatoriali e di cabotaggio marittimo, delle seguenti misure agevolative:

  • Decontribuzione Sud, prevista dall’art. 27 del  D.L. n. 104/2020;
  • Decontribuzione cabotaggio crociere prevista dall’art. 88 del D.L. n. 104/202;
  • Decontribuzione Sud prorogata fino al 31/12/2029 dal comma 161 della Legge di bilancio 2021 (L. 178/2020).

Sia la Decontribuzione Sud, anche quella prorogata dalla Legge di bilancio 2021, che la decontribuzione cabotaggio crociere prevedono l’abbattimento del 100% della contribuzione datoriale, risultando pertanto incumulabili.

Poiché la decontribuzione di cui all’art. 88 del D.L. n. 104/2020 (decontribuzione cabotaggio crociere) demanda l’individuazione delle modalità attuative dell’esonero ad un Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti di concerto col Ministero del Lavoro  e delle politiche sociali e il Ministero dell’economia e delle finanze, e che lo stesso non è stato ancora emanato, l’Istituto, acquisito parere favorevole del Ministero del Lavoro, ammette alla Decontribuzione Sud (art. 27 D.L. 104/2020) le imprese armatoriali  laddove iscritte nei compartimenti marittimi ubicati nelle Regioni individuate dall’art. 27 del D.L. n. 104/2020.

Infatti, come precisa l’INPS, l’esonero è riconosciuto alle imprese armatoriali e trova applicazione sulle contribuzioni dovute per i marittimi imbarcati esclusivamente su navi che risultino iscritte, alla data del 1° ottobre 2020, con riferimento all’esonero di cui all’articolo 27 del decreto-legge n. 104/2020, e alla data del 1° gennaio 2021, con riferimento all’esonero di cui all’articolo 1, comma 161, della legge di bilancio 2021, nei compartimenti marittimi ubicati nelle aree svantaggiate individuate dal medesimo articolo 27 (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).

Vengono, quindi, forniti chiarimenti e le indicazioni operative per la fruizione dell’esonero in trattazione da parte delle imprese armatoriali interessate, precisando che il beneficio contributivo in argomento dovrà essere successivamente oggetto di compensazione con l’esonero contributivo (pari al 100% della contribuzione dovuta) di cui all’articolo 88 del decreto-legge n. 104/2020, una volta che questo sarà operativo.

https://servizi2.inps.it/servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?tipologia=circmess&idunivoco=11859