Decontribuzione Sud e Agenzie di somministrazione – Messaggio INPS n. 1361 del 31/03/2021

Col Messaggio n. 1361 del 31 marzo l’INPS rettifica il Messaggio n. 72/2021 e la Circolare n. 33/2021 nelle parti in cui è previsto che la decontribuzione Sud (quella prevista dal DL n. 104/2020 e la sua proroga ed estensione prevista dalla Legge di bilancio 2021, n. 178/2020 ) spetti alle agenzie di somministrazione solo se queste hanno sede in una delle Regioni del Mezzogiorno interessate dall’agevolazione e appositamente individuate dalla normativa.

Sentito il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali in merito (che ha modificato il suo precedente orientamento), l’Istituto afferma che nelle ipotesi in cui l’attività venga svolta con rapporto di somministrazione, la sede di lavoro rilevante ai fini del riconoscimento della decontribuzione Sud va individuata nel luogo di effettivo svolgimento della prestazione. Quindi, se il lavoratore svolge la propria prestazione lavorativa presso un utilizzatore ubicato nelle Regioni del Mezzogiorno, il beneficio in trattazione può essere riconosciuto a prescindere dal luogo in cui abbia sede legale o operativa l’Agenzia di somministrazione.

Infatti, le Agenzie di somministrazione non beneficiano “direttamente” delle misure di decontribuzione, e in via generale di qualsiasi incentivo economico/contributivo, in quanto sono tenute per legge a trasferire tali benefici alle aziende utilizzatrici, al pari del costo del lavoro per i lavoratori da queste ultime utilizzati.

Pertanto, le agenzie di somministrazione possono fruire della decontribuzione in trattazione recuperando l’agevolazione pregressa secondo quanto già indicato dall’Istituto nelle circolari n. 122 del 20/10/2020 e n. 33 del 22/02/2021.

A tale scopo, dopo le opportune verifiche dei modelli UniSomm trasmessi dalle agenzie medesime, le sedi territoriali dell’INPS attribuiranno  loro il codice autorizzazione “0L”.

Per le agenzie di somministrazione che hanno sede legale in una delle Regioni del Mezzogiorno interessate dalla Decontribuzione Sud e avessero fruito della stessa per lavoratori inviati in aziende utilizzatrici ubicate in Regioni differenti, non si procederà al recupero di quanto già fruito, ma la fruizione dell’incentivo, qualora non sussistano le condizioni di spettanza, deve cessare dal mese successivo alla pubblicazione del messaggio in oggetto.

https://servizi2.inps.it/Servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualUrl=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201361%20del%2031-03-2021.htm