Comunicazione lavoratori autonomi occasionali – Nota INL

Con la Nota Prot. n. 29 dell’11/01/2022 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce delucidazioni sul nuovo obbligo imposto dalla L. n. 215/2021, di conversione del D.L. n. 146/2021, di comunicazione delle instaurazioni di rapporti di lavoro con lavoratori autonomi occasionali, inquadrabili nella
definizione contenuta all’art. 2222 c.c.

Il nuovo obbligo comunicazionale grava esclusivamente sui committenti che operano in qualità di imprenditori, e riguarda i rapporti avviati dopo l’entrata in vigore della disposizione (21/12/2021) o, se avviati prima, ancora in corso alla data di emanazione della nota dell’INL.
Per tutti i rapporti di lavoro in essere alla data dell’11/01/2022, nonché per i rapporti iniziati a decorrere dal 21/12/2021 e già cessati, la comunicazione
andrà effettuata entro i prossimi 7 giorni di calendario e cioè entro il 18 gennaio compreso.

La comunicazione, da effettuarsi all’Ispettorato territoriale del lavoro competente per territorio in ragione del luogo dove si svolge la prestazione, avviene mediante SMS o posta elettronica e comunque con le modalità operative di cui all’art. 15 del D.Lgs. n. 81/2015 già in uso
in relazione ai rapporti di lavoro intermittente.
Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali provvederà ad
aggiornare/integrare gli applicativi in uso, al fine di consentire una semplificazione degli adempimenti.

Nelle more, la comunicazione andrà effettuata con l’invio di una e-mail ad uno specifico indirizzo di posta elettronica messo a disposizione di ciascun Ispettorato territoriale, il cui elenco è allegato alla Nota dell’INL.

La comunicazione dovrà necessariamente contenere i seguenti dati minimi:

  • dati del committente e del prestatore;
  • luogo della prestazione;
  • sintetica descrizione dell’attività;
  • data inizio prestazione e presumibile arco temporale entro il quale potrà considerarsi compiuta l’opera o il servizio (ad es. 1 giorno, una settimana, un mese). Nell’ipotesi in cui l’opera o il servizio non sia
    compiuto nell’arco temporale indicato sarà necessario effettuare una nuova comunicazione.
  • Ammontare del compenso stabilito al momento dell’incarico.

Una comunicazione già trasmessa potrà essere annullata o i dati indicati potranno essere modificati in qualunque momento antecedente all’inizio dell’attività del prestatore.

https://www.ispettorato.gov.it/it-it/orientamentiispettivi/Documents/Nota-prot-n-29-dell-11-gennaio-2022.pdf