Gestione Eco-contributo RAEE

Cenni normativi

Con la recente emanazione dei primi due Decreti RAEE, il nuovo sistema di gestione dei rifiuti elettrici ed elettronici entra nel vivo. Il Decreto Ministeriale che istituisce gli organismi basilari del nuovo sistema prevede l’esistenza, a partire dal 1° settembre 2007, di un “regime transitorio” della durata di 120 giorni. Un periodo della durata di 4 mesi per consentire a tutti i soggetti coinvolti (Produttori, Distributori, Enti Locali) di prepararsi ad adempiere agli impegni previsti dalla Normativa così da arrivare, con l’inizio del 2008, alla piena applicazione del D.Lgs. 151/2005. Il Decreto Ministeriale consente ai Produttori, con la partenza del regime transitorio, di applicare l’Eco-contributo RAEE ai prodotti oggetto della Normativa. Si provvederà, in questo modo, al finanziamento delle attività di recupero e riciclaggio dei RAEE svolte, nel transitorio, dagli Enti Locali che riceveranno dai Produttori un compenso forfetario. Gli Eco-contributi RAEE sono finalizzati esclusivamente a coprire i costi delle attività legate al processo di ritiro, recupero, trattamento e smaltimento dei rifiuti dei prodotti elettrici ed elettronici a fine vita (svolto dalle Municipalità durante il regime transitorio e di competenza dei Produttori a partire dal 1° gennaio 2008), non generando così alcun profitto né per i Produttori, né per i Sistemi Collettivi stessi.

Eco-contributo RAEE: Cos’è e come verrà applicato

E’ un contributo ambientale interamente dedicato alla gestione dei Rifiuti derivanti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.

Tra le novità introdotte dalla Normativa nazionale in materia di RAEE la più importante riguarda l’introduzione del principio di “responsabilità del Produttore”: i Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE) sono cioè chiamati a farsi carico della gestione dei prodotti giunti a fine vita, garantendo il corretto trattamento e il recupero delle materie prime.

A fronte dei nuovi obblighi, i Produttori potranno applicare un sovrapprezzo, definito “Eco-contributo RAEE”, per sostenere i costi relativi alla gestione dei RAEE.

L’Eco-contributo RAEE non è quindi una tassa, bensì lo strumento previsto dalla Normativa europea e nazionale per il finanziamento del nuovo sistema di gestione dei RAEE realizzato dai Produttori.

L’Eco-contributo RAEE costituisce quindi un sovrapprezzo a carico del Consumatore all’atto dell’acquisto di una nuova AEE ed è finalizzato esclusivamente al finanziamento della gestione dei RAEE.

Si fa inoltre presente che il contributo RAEE :

  • rientrerà nella base imponibile del documento che si sta emettendo;
  • non farà parte del totale merce;
  • verrà applicato anche sulle eventuali cessioni riportate nel documento;
  • non sarà soggetto a qualsiasi forma di sconto (di dettaglio o di piede documento).

L'implementazione è già disponibile con i programmi della Linea Azienda di Robot Evolution.